Post referendum

Questo referendum ha dimostrato che grande problema sia in Italia la sfiducia nei confronti della politica.

Per quanto quello del nucleare sia un mattone importante, è come se ci trovassimo di fronte una casa completamente distrutta dalle fondamenta. Inutile lamentarsi se un mattone si rifiuta di stare su.

Inutile fare tanti discorsi sulla necessità o meno delle centrali nucleari, quando la gente ti risponde “non mi fido, chissà come gestiranno le scorie, le daranno in appalto alla camorra”.

Inutile parlare di liberalizzazioni o privatizzazioni che dir si voglia, quando la risposta è “Si ok, ma tanto si sa come funzionano in italia le privatizzazioni, tutto si risolve sottobanco, la gara la vince l’amico del sindaco, ed addio qualità del servizio”.

Che poi io posso essere anche in prima fila a sostenere che la sfiducia è del tutto giustificata, perché esempi negativi non mancano in Italia: abbiamo una classe dirigente peggiore rispetto ad altri paesi. E non di poco. Però, come abbiamo visto, la sfiducia è un arma a doppio taglio. Ci ritroviamo impantanati ad ogni piè sospinto, in pratica è impossibile progettare alcunché in Italia, indipendentemente se sia giusta o sbagliata.

Il referendum ha dimostrato che gli Italiani hanno tante energie e tanti buoni propositi. Peccato che queste energie siano state spese tutte per conservare lo status quo “a prescindere”, invece di spingere tutto il paese a migliorare.

L’unica consolazione, almeno per me, è il valore politico del referendum. Quello che, inevitabilmente, va a sovrapporsi al valore originario della consultazione, quello tecnico. Probabilmente questo voto contribuirà ad affrettare la fine di questo governo, che è e rimane la conditio sine qua non per un risollevamento del paese (per chi avesse dei dubbi, basta osservare cosa sta succedendo ora con la finanziaria).

Ma poi, di nuovo, c’è da chiedersi: chi verrà dopo Berlusconi, avrà le qualità e le idee per migliorare l’Italia?

Annunci
Pubblicato su Politica. Tag: . Leave a Comment »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: