Letture per il fine settimana, 22 ottobre

Sul fronte economico, segnalo due articoli di nFA: una proposta per l’unica nuova tassa veramente utile, ed una critica agli indignati italiani (che a quanto pare sono molto più ingenui degli indignignati di altri paesi), ma perché dobbiamo sempre farci riconoscere?.

Le medicine alternative non sono pericolose, così si dice. Peccato che uno studio inglese dimostri che certe terapie complementari, come il Reiki, possono fare più male che bene. Invece in Italia sembra che il caso clamoroso di Clara Palomba non abbia insegnato niente: a quanto pare un bambino di 4 anni è morto perché i genitori hanno preferito le cure alternative. Dettaglio non trascurabile: il bambino era curato dal padre, medico laureato iscritto all’albo, ma allo stesso tempo sostenitore di teorie mediche stravaganti. Quanti morti ci vogliono ancora per capire che il problema non sono i ciarlatani abusivi, ma tutti i medici alternativi?

Annunci

Hitchens: Non solo dio non esiste, ma è meglio così

Traduzione mia dall’inglese:

Io non credo che sia salutare per la gente pensare che ci sia una autorità permanente, inalterabile ed irremovibile al di sopra di essa.

Non mi piace l’idea di un padre che non se ne va mai via, e neanche a voi se ci pensate. Non direte ai vostri figli: “Non vi preoccupate, io non morirò mai; voi non vedrete mai il mio funerale, io sarò al vostro! Sarò al funerale dei vostri nipoti, non testimonierete mai la mia fine.” Questo non è davvero un genitore amorevole. È l’idea di un re che non può essere deposto. È un’idea molto anti-americana, oltre che un’idea molto anti-democratica. È l’idea di un giudice che non concede un avvocato, o una giuria, o un appello. Questo è un richiamo all’assolutismo. È la parte di noi stessi che non è così buona, che vuole sicurezza, che vuole certezza, che vuole essere accudita.

Per centinaia e centinaia di anni la lotta umana per la libertà è stata contro il peggior tipo di dittatura: contro la teocrazia, che dichiara di avere dio dalla propria parte; contro il diritto divino dei re; contro quel sistema monarchico che la rivoluzione americana, col suo umanismo laico, ha combattuto. Io credo che alla tentazione totalitaria bisogna resistere, e credo che questo tema ne costituisca uno dei punti originali e fondamentali.

Così quello a cui vi sto invitando è di emanciparvi dall’idea che voi, egoisticamente, siate i veri destinatari delle meraviglie del cosmo: perché questa non è per niente un’idea modesta, bensì molto arrogante, e non ci sono prove a supporto. Fareste meglio ad emanciparvi e a fare un vero studio della genetica, della biologia e della cosmologia. E poi, ancora, una seconda emancipazione, a pensare a voi stessi come liberi cittadini che non sono asserviti ad una qualsiasi autorità soprannaturale ed eterna; che, come troverete sempre, viene interpretata per voi da altri mammiferi che dichiarano di avere accesso a questa autorità, e che dà loro uno speciale potere su di voi.

Non lasciate che le vostre vite vengano dirette così.

Christopher Hitchens, dibattito con William Dembski, novembre 2010 (visibile su Youtube)

Letture per il fine settimana, 15 ottobre

Su noiseFromAmerika, si dimostra come il centrosinistra, nonostante non abbia le idee molto chiare in economia, riesce a fare meglio del centrodestra.

Phastidio analizza le proposte degli indignati in materia economica. Non ne esce un bel quadro. Dopotutto, cosa ci si può aspettare da chi spaccia il default argentino per un modello da seguire?

Passando dall’economia alla religione, segnalo la nascita dell’iniziativa The Clergy Project, che si propone di aiutare tutti quei membri del clero che non credono più alla loro stessa religione, e che per questo motivo finiscono per sentirsi intrappolati e a vivere una doppia vita. Il progetto è presente anche su facebook, per ricevere commenti e supporto da chiunque.

Avete mai visto la Terra respirare? Questo video, mettendo insieme i dati dell’anidride carbonica degli ultimi quaranta anni, ve ne dà la possibilità. Due cose saltano all’occhio: il già citato “respiro” annuale della terra (in estate l’anidride carbonica diminuisce, d’inverno aumenta), e, cosa più importante, l’aumento costante dell’anidride carbonica a causa della combustione di carbone e petrolio. Se queste cose vi incuriosiscono e volete saperne di più, vi consiglio di iscrivervi a SkepticalScience.